La revisione o modifica delle condizioni di separazione può essere chiesta, in ogni tempo, qualora sussistano sopravvenuti giustificati motivi.

In particolare il quanto o il se, dell’assegno di mantenimento, potrebbero necessitare di una revisione nell’ipotesi in cui si provi un apprezzabile peggioramento delle proprie condizioni economiche oppure un miglioramento di quelle dell’altro; così come può essere disposta la sospensione della corresponsione dell’assegno di mantenimento a favore del figlio, non solo in caso di raggiungimento della maggiore età ma, oltre a ciò, al conseguimento da parte della prole di una reale indipendenza economica.

Tra i fatti sopravvenuti maggiormente rilevanti ed idonei a giustificare una richiesta di revisione delle condizioni di separazione e divorzio, ci sono:

  • la formazione di una nuova famiglia da parte del coniuge obbligato al versamento;
  • la nascita di un nuovo figlio da altro compagno/a;
  • nuove esigenze dei figli;
  • convivenza more uxorio del coniuge beneficiario dell’assegno;
  • licenziamento o cessazione dell’attività lavorativa;
  • l’ insorgenza o l’ aggravamento di una patologia;
  • le dimissioni o il pensionamento.

 

No votes yet.
Please wait...