Stai vivendo un momento critico della tua vita di coppia e non sai cosa fare?

Oppure sei già arrivato alla conclusione  che la scelta giusta sia quella di separarti ma hai paura?

Vorresti trovare delle soluzioni alternative alla separazione?

Hai appena iniziato una separazione che è altamente conflittuale e vorresti che si risolvesse in modo pacifico?

Ti sei già separato ma i problemi con il tuo ex/la tua ex persistono?

In tutti casi casi è molto utile, se non necessario,  fare un percorso emotivo per elaborare tutte le emozioni  che si stanno vivendo, al fine di far emergere qual è la soluzione migliore per la persona che è estremamente sofferente, confusa, delusa, arrabbiata.

Molto spesso la separazione non è l’unica soluzione e se risulta che sia, invece, la scelta ad hoc per la persona in questione, l’obiettivo  è quello di agevolare la rottura del rapporto con una separazione consapevole.

Purtroppo, invece, nella maggior parte dei casi, il rapporto tra il cliente e l’avvocato si potrebbe rappresentare come un dialogo tra sordi in cui ognuno di loro parla ma non sente l’altro.

Il cliente che arriva ha un carico emotivo di ansia, paura, rabbia, delusione e vuole essere ascoltato; cerca un supporto nella scelta che sta per prendere. L’avvocato affronta immediatamente la problematica legale senza occuparsi dell’aspetto emotivo. Spesso i monologhi durano un’ora, dopo di che il cliente esce dallo studio ancora più confuso di quando è entrato perché non si è sentito accolto.

Per evitare che una persona si risolva da sola tutte le problematiche relative ad una decisione così importante, o che addirittura non le risolva mai, è indispensabile che l’avvocato si ponga in modo innovativo, si renda ricettivo ed effettivamente capace di comprendere  quello che il cliente sta comunicando.

Per creare da subito un rapporto di fiducia tra il cliente ed il legale che viene scelto, ci deve essere la condivisione degli stati d’animo, delle richieste anche non verbali, del percorso da intraprendere, delle conseguenze a cui si va incontro.

Per questo ho scelto di diventare Coach e di avvalermi di queste competenze per supportare il cliente prima di tutto nell’affrontare le proprie emozioni in modo da raggiungere una miglior consapevolezza nel prendere le decisioni.

Rating: 4.5/5. From 2 votes.
Please wait...